Casa smart con Homeassistant, Top 5 Componenti 1a parte

Casa smart con Homeassistant, Top 5 Componenti 1a parte

 

Mentre scrivo questo articolo, Il team di Homeassistant ha appena rilasciato la versione 0.62.

In Homeassistant ci sono più di 700 componenti, ma quali sono i migliori? Quali sono quelli per cui vale la pena investire tempo? Qui trovi le risposte!

 

Oggi vorrei introdurre il concetto di “Casa Smart“: un sistema per il quale la nostra casa, con integrato Homeassistant, è in grado di fare delle azioni “Smart” (Intelligenti) in autonomia.

In questa prima parte vediamo quali sono i primi TOP 5 componenti di cui la nostra casa ha bisogno per soddisfare i requisiti e diventare una casa smart.

 

Hai già dato un occhio all’indice di articoli inerenti la Domotica presenti nel mio sito?

Facci un salto: Indice articoli di Domotica

 

Se volete il Bundle:
Prima di iniziare, se non sei pratico di Homeassistant, consiglio di leggerti qualche guida dedicata che ho fatto. Trovi il link più in alto.

Dark Sky

  • Utilizzo: Permette di avere numerosi sensori in grado di dirci un sacco di dati in ambito meteorologico
  • Complessità configurazione: Facile

Questo componente utilizza il “Web Service” di darksky per fornire tutte le informazioni di cui abbiamo bisogno in ambito meteorologico. Homeassistant, per gli appassionati, diventerà una vera e propria stazione meteo.

Come funziona?

Bisogna registrarsi al sito web e settare un limite di chiamate API che è possibile fare. Sopra le 1000 “Chiamate” al giorno verrà applicata una tariffa di 0.0001$. Non preoccuparti, durante la registrazione non siete obbligati ad inserire alcun dato di alcuna carta. Dal sito potrai limitare (come ho fatto io) le chiamate massime giornaliere.

Come si configura?

Qui è riportato come fare: https://home-assistant.io/components/weather.darksky/

E’ piuttosto semplice. Una volta registrati nel sito, ti verrà fornita una chiave API con la quale effettuare le richieste. Quello che ti consiglio di fare è di NON impostare le precise coordinate di casa tua, meglio tenercele per noi quelle informazioni.

Una volta configurato, in Homeassistant, avremo un sensore per ogni nostra esigenza: https://home-assistant.io/components/sensor.darksky/

 

Media Center KODI

  • Utilizzo: Media Center
  • Complessità configurazione: Media

Non sai cos’è kodi? Media Center Kodi

Kodi dal mio punto di vista è uno dei migliori componenti per arrivare ad avere una casa smart immediatamente. Con questo componente riusciamo a fare cose del tipo: quando seleziono un film, le luci calano e le persiane si chiudono. Fico vero?

Come funziona?

Per prima cosa devi installarlo da qualche parte e poi procedere alla configurazione di Homeassistant. Kodi intercetta le chiamate di Homeassistant su 2 porte: 8080 o 9090 e, tramite il protocollo HDMI_CEC, è in grado di pilotare la televisione o altri dispositivi della casa per accendersi o spegnersi.

Come si configura?

Il procedimento non è troppo difficile ma nemmeno facilissimo, dopo l’installazione va configurato come riportato qui: https://home-assistant.io/components/media_player.kodi/ e successivamente devi verificare se i tuoi dispositivi supportano il protocollo HDMI_CEC.

 

MQTT Switch

  • Utilizzo: Pulsante a scatto pilotato
  • Complessità configurazione: Media

Questo protocollo è in grado di far scattare switch in Homeassistant in base ai “Topic” che andrei ad attivare. E’ in grado di fare praticamente tutto. Domotica con Raspberry. Home Assistant + MQTT + Arduino.

Come funziona?

Tramite l’invio di un “Topic” sei in grado di far azionare o meno questo switch. Per maggiori info è tutto spiegato nel link che ho riportato sopra.

Come si configura?

Se non è ben chiaro come funziona il protocollo MQTT, è del tutto normale, ho dovuto anche io sbatterci un pò la testa. Ti posso però garantire che alla fine la soddisfazione unita al risultato che otterrai è impagabile.

Ecco il link per la configurazione: https://home-assistant.io/components/switch.mqtt/

 

NO-IP

  • Utilizzo: Aggiornamento DNS Dinamico
  • Complessità configurazione: Facile

Questo componente è, secondo me, il primo che andrai a configurare per avere una casa smart controllata anche da remoto.

Come funziona?

Finalmente non è più necessario installare software terzi per la configurazione di questo servizio. Questo è anche un punto relativo alla sicurezza, quindi ti consiglio di leggere anche: Domotica con Raspberry. Home Assistant + HTTPS

In sintesi aggiorna in automatico l’IP del DNS dinamico creato, senza bisogno di installare niente nel nostro Raspberry.

Come si configura?

La configurazione è semplicissima. Basterà, come indicato nella guida di Homeassistant, copiare il vostro DNS dinamico, username e password e lasciare che il componente svolga il suo lavoro. Ogni tot andrà ad aggiornare il sito NO-IP nel caso ci sia stato un cambio nel vostro indirizzo IP di casa.

 

Pushetta

  • Utilizzo: Notifiche remote
  • Complessità configurazione: Media

Nonostante sia un componente che adoro e trovo molto utile, con tutto il rispetto per lo sviluppatore, io avrei scelto un nome diverso.

Come funziona?

Pushetta è lo strumento con il quale la nostra casa smart ci notificherà nel caso in cui noi non saremo presenti tramite notifiche PUSH nel nostro telefono. Attraverso le API messe a disposizione, crea un canale di “Chat” con il quale possiamo far dialogare il nostro telefono con Homeassistant.

Personalmente uso Pushetta per inviarmi notifiche quali la temperatura di casa e lo stato di alcuni sensori. Essendo un sistema “Cloud” non ci farei passare informazioni troppo delicate (Chi c’è in casa e chi no per intenderci). Della serie: ogni cosa va usata nel modo giusto.

Come si configura?

Per prima cosa bisogna registrarsi al sito www.pushetta.com e creare un canale di scambio messaggi. Il canale io l’ho reso privato perché preferisco far dialogare solo chi scelgo io! Ti consiglio di fare lo stesso.

Il secondo punto dove agire è la configurazione di Homeassistant: https://home-assistant.io/components/notify.pushetta/ E’ sufficiente configurare la vostra chiave API e nome del canale per iniziare a inviare notifiche.

Ovviamente dovrete scaricare nel vostro telefono la relativa APP e configurarla in modo da ricevere notifiche PUSH una volta successo qualcosa.

 

Hai già dato un occhio all’indice di articoli inerenti la Domotica presenti nel mio sito?

Facci un salto: Indice articoli di Domotica

 

Se volete il Bundle:

Lascia un commento